Substances & Homeopatic Remedies

Prunus spinosa

Requests: If you need specific information on this remedy - e.g. a proving or a case info on toxicology or whatsoever, please post a message in the Request area www.homeovision.org/forum/ so that all users may contribute.


prunus spinosa L.

Etymology

Family

Traditional name

Syn.: Druparia spinosa
     German: Schlehe, Schlehdorn
     English: Sloe, Bullace
     Italian: pruno selvatico

Used parts

Classification

Plantae; Spermatophyta, Angiospermae - Flowering Plants; Dicotyledonae; Rosiflorae / Rosidae; Rosales; Rosaceae - Rose Family

Keywords

Original proving

History and authority: Proved and introduced by Whale, Archive. XIV; 3, 169; Allen: Encyclop. Mat. Med. Vol. VIII, 157; Clarke: A Dictionary of Practical Mat. Med. Vol. III, 887.

Description of the substance

Common noun: Blackthorn   
 Scientific noun: Prunus spinosa L.   
 Family. Rose family - rosaceae   
 Habitat: In hedges, steep slopes and non dry wood borders.
   
 
 Characteristics :Perennial shrub of the Rose family- rosaceae- up to 2.5 m. Numerous stems of dark bark with young twigs pubescent. Leaves thooted. White flowers, generally coupled along the flowering branches. The fruit is a cherry black blueish.   

Prunus spinosa, Sloe. The Rosaceae (rose) family. From the Irish word, Straif, is kin to the English word Strife, and is about Conflict.
Known as a winter shrub/small tree, Blackthorn reaches an ultimate height of 13ft (4m) tall. Hedge height is 3-10ft (0.9-3m). It is mainly used as hedging and grows to produce dense impenetrable thickets. The mass of snow white flowers blossom March through April, before the the oval leaves appear, followed by purple sloes in autumn.
With sharp thorns it provides cover for birds and small mammals. It attracts numerous insects in early spring and is the food plant of no fewer than 200 species of moths.
The thorny black branches are very sturdy and have been used over the centuries for teeth of hay-rakes, marquetry, and walking sticks.
      
  Components:

- Acids: caffeic, - diuretic, hepatoprotective, vulnerary, ferulic ( Plant) - anticancerigenous, antioxidant, immunostimulant, vasodilatador.
- Pectin( Fruit) -antidiarrhea, antitumoral, bactericide, antiulceric
- Quercitrin. quercitin ( Flower) antitumoral, hypoglycemic, vasodilatador
- Rating ( Flower) antiulceric, anticancerigenous, antihemorroidal, anti-inflammatory, hypocholesterolemic, hipotensive
- Tannin ( Fruit) antidiarrhea, antitumoral, antioxidant, antihypertensive
- Amygdalin ( Flower) cyanogenic, toxic
   
 
ITA
Prugnola
  Prugnola  s.f. Il frutto del prugnolo; susina selvatica.
Prugnolo  s.m. Bot. Nome volgare del Prunus spinosa, specie arbustacea e spinescente spontanea in Europa, in Africa settentrionale e in Asia occidentale. (Famiglia delle rosacee.)

 Botanica: il  prugnolo o prugno selvatico é assai comune nei boschi e nelle siepi; in primavera, si ricopre di un'abbondante fioritura di piccoli fiori bianchi, mentre in autunno produce frutti tondeggianti, nerastri, di sapore assai aspro e usati per la preparazione di vari liquori e di una speciale acquavite. Del Prunus spinosa esiste qualche varietà ornamentale, a fiore doppio. Il legno rosso bruno é utilizzato per lavori al tornio, bastoni, ecc. Il prugnolo é usato come portainnesto per il susino coltivato e per il pesco.

Famiglia: Rosacee
Descrizione: albero dalla chioma espansa, può raggiungere i 10 m di altezza. Ha foglie ovali o lanceolate e fiori a 5 petali, bianchi, che compaiono, a volte, prima delle foglie. A seconda delle origini, si distinguono susini europei, cino-giapponesi e nord-americani.
Posizione: questa pianta si adatta bene a climi settentrionali e meridionali, in quanto sopporta bene anche le gelate tardive.
Terreno: profondo, fresco e ben drenato.
Coltivazione: potete impiantare con astoni di almeno 1 anno di innesto, nel periodo autunnale, provvedendo allo stesso tempo ai sostegni, che saranno diversificati sulla base del tipo di allevamento scelto (a vaso, a palmetta, a piramide, ecc.).
Cure: la potatura cambia in funzione delle varietà, per cui attenetevi alle istruzioni che riceverete con l'esemplare acquistato dal vivaista.
Raccolta: il raccolto avviene a maturazione avanzata.
Malattie: afide, ragnetto rosso, tentredine delle susine, muffa a circoli,  ruggine.
Si coltiva come ornamento,  per fare siepi.

CURIOSITA':
a)   "le drupe hanno sapore stittico, astringente, aspro;  ed oltre a poco zuccaro contengono del tannino e diversi acidi.  Ettmuller dice che acerbe danno un buon aceto, e Cazin ne fa decotto contro i flussi di ventre. Mature servono a colorire il sidro ed il vino, anzi a fabbricarne una specie di contrafazione, che chiamarsi "piquette" in Francia, "scheleckenwein" in Germania.
Seccate al forno ed infuse nel vero vino gli danno un sapore austero.  Colla distillazione somministrano una acquavite abbastanza spiritosa, ed acconciandole con alcool, zuccaro ed aromi se ne ottiene un grato rosolio"
b)   "usato come porta innesto per il susino ed il pesco, si coltiva per ornamento"
c)   "anche varietà di olivo che cresce i Toscana"
d)   "pigliare i tordi alla frasconaia e a prugnolo" (saper usare l'inganno e la forza per conseguire i propri scopi"
e)   "allora é segno ch'ella (la terra) é buona da grano e da bade dare e quando produce di queste generazioni erbe per se medesima cioé ebbio, giunco, trafoglio, pruni, rovi che fanno le more, grossi pruni selvatici"
f)   "l'utile terra alle vigne per questi segnali si conosce: se di colore e di corpo rado in alcun modo asciutta  Ë e che li virgulti ch'ella produce sien belli, netti, fruttiferi  siccome pero selvatico prugnolo e pruno e simiglianti"
g)   "fanno il medesimo i frutti dei pruni selvatichi secchi dopo che son maturi, ma cotti nella sepa son pi˘ utili allo stomaco"
h)   "il visco non nasce se non nella quercia, rovero, ischio e pruno selvatico"
i)    riportato come legno particolarmente duro