Substances & Homeopatic Remedies

Solidago virga aurea

Requests: If you need specific information on this remedy - e.g. a proving or a case info on toxicology or whatsoever, please post a message in the Request area www.homeovision.org/forum/ so that all users may contribute.

I medici del Medioevo la definivano "solidum agere" perchè la si impiegava per far rimarginare le ferite ed evitare la loro infiammazione. E' una pianta alta e agile che termina con capolini dorati, raccolti in una pannocchia terminale. Cresce allo stato selvatico nel sottobosco e ni pascoli colliari e montani. Ha un portamento retto, foglie intere e allungate, orientate nel senso della crescita, una vera e propria verga d'oro che di estate si erge nei boschi.
Non è stata utilizzata unicamente come vulneraria; l'estratto della pianta fiorita è stato utilizzato contro l'ematemesi, le gravi lesioni interne con coagulo di sangue, le piaghe purulente, le infiammazioni del cavo orale e della gola, i denti instabili (associata alla coclearia). Contiene saponina, una sostanza che segnala l'interagire tra aria e acqua, ossia l'intervento di impulsi astrali nel dominio dell'eterico. I luoghi d'incontro ri queste due sfere sono il polmone, il sangue, le ghiandole della pelle, ma anche i reni. Ad essa si aggiungono l'azione diuretica, distruttrice della renella e dei calcoli, e di sostegno nell'atrofia renale, l'asma uremico, l'albuminuria e l'idropisia.