Casi clinici Vet

Con.

Dott.ssa Francesca Pisseri

Tino, pointer maschio, età imprecisata, fa parte di un gruppo di cani sequestrati per maltrattamento, affidato in seguito a una sentenza del tribunale alla Associazione Animal Liberation.

La prima visita è del 29 dicembre 2009.

Tino è affetto da melanoma ad alto grado di malignità presente sul piatto della coscia destro, costituito da 3 noduli di 3-4 cm di diametro, infiltrati nel tessuto muscolare della coscia e del perineo, ha inoltre metastasi agli arti, è stato valutato in operabile.

La prognosi clinica indica una possibilità di vita di 4 mesi.

I cani sequestrati vivevano in recinti sovraffollati, erano denutriti, e vi era aggressività tra cani per risorse alimentari, venivano picchiati con catene.

Appena affidato alla associazione era molto impaurito, magro, non mangiava dalla mano, era bloccato,inespressivo, diffidente.

Aveva scossoni di paura se lo toccavano, la coda sempre in mezzo alle gambe

,era triste ed emarginato, spaventato dalle persone, soprattutto dagli uomini.

La vista è molto scarsa, la visita oftalmologia ha messo in evidenza una

corioretinite pregressa, con conseguente retina cieca.

Ha molta paura dei rumori improvvisi, per esempio ha terrore se l'anello del collare scontra sulla ciotola.

A volte vorrebbe avvicinarsi alle persone ma poi non osa, e si blocca.

Mangia volentieri.Non gioca.

E' molto interessato alle femmine in calore, tentava di montarle.

Durante la visita si nota che a momenti appare assente, lontano, è diffidente rispetto a ciò che percepisce intorno a lui.

In alcuni momenti è curioso, si avvicina, ma non vuole essere toccato.

Da una impressione di grande tristezza, è distante, ma poi, alla fine, sceglie di tentare di comunicare.

Prescrizione: Conium maculatum 3 LM, 4 ggt mattina e sera per 20 giorni, poi una volta al giorno a cicli di 3 settimane si e una no.

Follow-up: dopo 7 mesi di terapia (visita agosto 2010) i tumori non sono aumentati di dimensioni, e sono freddi al tatto.

Tino sta in generale molto meglio: arriva subito quando c'è da mangiare, esce molto volentieri, e chiede di uscire quando vede i volontari che si avvicinano, prende tranquillamente il cibo dalla mano.

Sono diminuite le scosse se qualcuno lo tocca,ora sono molto lievi.

Si avvicina di più alle donne, con gli uomini è ancora un pò diffidente.

Durante la visita si osserva che Tino molto è più a suo agio,sta in mezzo a noi, tranquillo, e dopo un po' prende contatto con noi spontaneamente, e interagisce molto, cercando carezze e muovendosi.

La terapia con Conium è stata continuata per tutta la vita del paziente, associando delle applicazioni di ozonoterapia. Tino è stato adottato da una volontaria, che ogni giorno lo portava in un bel parco all'aria aperta, a contatto con gli elementi naturali.

Tino è morto nel settembre del 2012.

Scrivono i volontari di Animal Liberation "gli ultimi sei mesi era dimagrito tantissimo ma aveva un divano, il parco per le passeggiate e un grembo su cui appoggiare la

testa, una volontaria e il suo compagno si sono dedicati a lui completamente.

Solo negli ultimi giorni ha mostrato di sentire dolore e gli sono stati somministrati antidolorifici.

Quando ha cominciato a perdere sangue dall'intestino e ad avere bisogno degli antidolorifici in modo massiccio, gli è stata praticata l'eutanasia,nella sua casa e con la sua amica Eleonora presente.

La sopravvivenza di Tino è arrivata a due anni e mezzo, con una ottima qualità di vita.

Famiglia omeopatica: Apiaceae ( Umbellifere), che comprende Aethusa, Cicuta, Asafoetida, ecc. Caratteristici di Conium la difficoltà a comunicare, insieme alla grande esigenza di farlo, la distanza dagli altri, che si vorrebbe superare, la paralisi dei movimenti e delle emozioni (Mangialavori).

I sintomi repertoriali selezionati sono stati:

MIND; TOUCHED; aversion of being

MIND; SUSPICIOUSNESS, mistrustfulness 

MIND; TIMIDITYMALE;

SEXUAL; desire; increased

GENERALITIES; CANCEROUS affections

Repertorizzazione: vedi tabella.

Copyright: il materiale del presente scritto può essere riprodotto e modificato a patto di citare l' autore e la fonte, non può essere usato a scopi commerciali se non in base a specifico accordo con l' autore, e deve essere condiviso con la stessa licenza d' uso, in base alla licenza Creative Commons Attribuzione-Non Commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0.